Blog GialloZafferano: l’inizio.

Ciao,

se sei arrivato a leggere questa guida è perché sei uno dei fortunati possessori di un blog Giallozafferano.

Mi presento

Ti faccio tanti complimenti per la scelta di qualità che hai saputo fare. Immagino che al momento tu possa essere spaesato e pieno di dubbi riguardo a cosa fare per iniziare. Nessun problema, ci sono io che ti darò una mano a dipanare la matassa… non mi sono presentata? Rimedio subito, io sono Martina e mi occupo del buon funzionamento di questa piattaforma. Sono lieta di conoscerti e di poterti essere utile.

Prima di iniziare con i consigli pratici su come promuovere il tuo blog, vorrei spendere due parole su quello che, secondo me, è il senso di un foodblog.

I blog nascono originariamente come diari personali on line da rendere pubblici a discrezione del proprietario, con il passare del tempo si sono evoluti e trasformati in veri e propri ricettari da condividere con amici, parenti e con tutto il mondo. Per questo, anche se il blog è uno spazio personale, bisogna affrontarlo con la giusta prospettiva, perché di fatto verrai letto ovunque e da chiunque… quando capitano persone in casa ti piace riceverle in pigiama? A me no, ed è soprattutto per questo che cerco sempre di essere il più ordinata e precisa possibile quando pubblico un articolo. Ti consiglio di fare lo stesso, vedrai che anche se all’inizio ti sembrerà una cosa che richiede tempo ci prenderai la mano e diventerà automatico curare anche il lato estetico.

Quando dico lato estetico parlo di contenuti, ovvero post e pagine. Tutto quello che ti verrà voglia di mettere ai lati dei post (nelle barre laterali o nel footer) sono cose irrilevanti ai fini della visibilità, quindi non dico di ignorare anche questo aspetto, ma concentrati sui contenuti. Quando dipingi un quadro, ti dedichi prima alla tela o alla cornice? Qui vale la stessa regola!

Bene, dopo questo lungo preambolo veniamo al punto della questione. La domanda che più spesso mi viene rivolta dai neo-blogger è: Puoi dirmi se ho fatto bene il post?

Un post food fatto bene è composto in questo modo

Titolo (c’è il campo in alto, non puoi sbagliare).

Descrizione della ricetta, in questo punto puoi mettere anche degli aneddoti personali, o informazioni sugli ingredienti usati se ritieni che siano interessanti. Non dilungarti troppo in chiacchiere, di solito chi cerca ricette ha fretta e non ha tempo per leggere anche cose che distolgono troppo l’attenzione da ciò che vuole.

Le foto

Sotto la descrizione va messa la foto: parliamone! La foto deve essere fatta da te, con la tua macchinetta o il tuo cellulare, non va assolutamente bene prendere foto da altri blog o dal web, primo perché non sono tue e il proprietario potrebbe anche intraprendere azioni legali che, nel caso, dovrai risolvere da solo e non con il nostro aiuto; poi perché il tuo blog perderebbe di credibilità.

Se non metti la prova che hai veramente cucinato quella pietanza, come possono darti fiducia i tuoi lettori? Lascia perdere l’idea di scannerizzare foto di libri e riviste, prima o poi qualcuno dei tuoi lettori se ne accorgerebbe e non avrebbe problemi a dirlo in giro, facendoti fare una figuraccia assurda sia con il tuo pubblico sia con gli altri blogger che ogni giorno faticano per fare i loro articoli in modo originale. Quindi, se le tue intenzioni sono quelle di aprire un blog tanto per fare e senza metterci un minimo di impegno, questa non è la piattaforma che fa al tuo caso. Noi diamo tanto ai nostri blogger, ma in cambio chiediamo onestà. Non mettiamo mai il naso nei vostri contenuti, ma sulle foto ed eventuali copia incolla di testo siamo molto severi.

Sotto alla foto è consigliabile ripetere il nome della ricetta, serve a ricordare all’utente perché si trova in quel posto (soprattutto se nella descrizione hai chiacchierato molto).

Gli ingredienti

A questo punto inserisci gli ingredienti, uno sopra l’altro, è preferibile usare un elenco puntato per incolonnarli in modo ordinato. Fai molta attenzione in questa fase, scrivili tutti, anche il più irrilevante, e metti le dosi che hai usato. Ti consiglio, quando cucini, di tenere un quaderno in cui prendere appunti per non dimenticarli nel momento in cui farai il post.

Sotto agli ingredienti va scritto il procedimento, cerca di scriverlo in modo chiaro e lineare, non divagare (per questo c’è la descrizione di apertura).

In fondo al post non aggiungere altre foto perché andrebbero a far perdere importanza ai banner pubblicitari che trovi in ogni post grazie al pilota automatico che attiverai.

Pubblicare gli articoli

Adesso che hai capito come impostare gli articoli, ti consiglio di postare in modo regolare, non dico tutti i giorni, ma se vuoi farti indicizzare in fretta dai motori di ricerca sarebbe una buona cosa farlo almeno tre volte alla settimana.

Scegliere le ricette

Come scegliere le ricette? Per cominciare: immagino che tu sappia cucinare, altrimenti non avresti aperto un blog di cucina, quindi puoi iniziare dai tuoi cavalli di battaglia, quando avrai preso confidenza con foto e posting, puoi iniziare a cucinare direttamente in funzione e quello che secondo te manca nel tuo blog, quindi consulta ricettari, libri, giornali anche di vecchia data, vanno bene anche le ricette complicate una volta ogni tanto, ma ricordati che in cucina spesso vince la semplicità ed il risparmio.

A questo punto sei pronto per farti conoscere dal pubblico, considera che prima di uscire nei risultati dei motori di ricerca passano anche venti /venticinque giorni, ciò non vuol dire che devi stare con le mani in mano, inizia pure a promuovere il tuo blog sui social network. A più social sei iscritto meglio è, al giorno d’oggi scegliere di avere un blog senza usare i social è una scelta senza logica.

I social network

Quali sono i social che fanno più presa?

Facebook

Google+

Pinterest

Twitter

Ovviamente il tuo atteggiamento deve essere di condivisione e non di imposizione. Per l’uso dei social ti invito a leggere le loro condizioni di utilizzo.

Il nostro supporto

Con questa mia guida ho cercato di rispondere alle domande che mi vengono poste più di frequente nel primo contatto con i neo-blogger. Per domande di natura tecnica abbiamo degli interessanti tutorial da salvare e seguire passo passo: https://tutorial.altervista.org/

Ti consiglio anche di diventare un assiduo frequentatore del nostro forum dedicato: http://forum.it.altervista.org/i-blog-di-giallozafferano/ qui potrai ricevere velocemente il supporto di cui hai bisogno. Non occorre registrazione, entri con le stesse credenziali che usi per accedere al tuo blog.