Archivi categoria: Plugin

Attivazione del tracciamento dei dati demografici

Il tracciamento dei dati demografici è uno strumento utile e potente per capire chi visita il tuo sito, a chi devi rivolgere più attenzioni e su che fasce invece sei più debole ed hai margini di miglioramento, qual è la fascia di età e il sesso delle persone che ti seguono maggiormente.

La cosa più importante da fare, innanzitutto, è assicurarti che il tuo account Google Analytics sia attivo, funzionante e correttamente collegato al tuo blog. Segui questo tutorial https://tutorial.altervista.org/google-analytics/

Si procede in 3 step per l’attivazione:
1) Attivazione su google analytics
2) Attivazione sul plugin di monsteringhts
3) Controllo della cookie policy

1) Attivazione su google analytics
Puoi attivare i rapporti Dati demografici andando su Amministrazione-> Proprietà -> Impostazioni Proprietà.

In Abilita rapporti Dati demografici e Interessi su ON e poi fai clic su Salva.

2) Attivazione della funzionalità sul plugin di Monsteringhts

Sul tuo blog, vai nel tuo pannello di amministrazione alla voce Insights-Impostazioni-Tracking- Demographics. Spunta le due caselle e salva.

Dovresti visualizzare i dati nei rapporti entro 24 ore dall’attivazione.

3) Controllo della cookie policy

L’ultimo passaggio riguarda un controllo da fare nella cookie policy. Se non l’hai ancora attivata, fallo in fretta! Segui questo tutorial https://tutorial.altervista.org/attivare-la-cookie-policy-gratis/

Per controllare che sia tutto ok, aggiungi questi 2 servizi altervista https://tutorial.altervista.org/attivare-la-cookie-policy-gratis/#altervista ed hai finito.

Top list: formato per raccolte

Il formato TOP LIST è uno strumento molto utile, in esclusiva sui blog Altervista, per creare liste (i così detti post “raccolta”).

Il formato consente di fare delle liste di post in modo rapido e con una grafica accattivante.

Potete trovarlo sui vostri blog alla voce TOP LIST:

Per attivarlo, andate sul vostro blog nella sezione Impostazioni-generali e scorrete fino in fondo.

Utilizzarlo è semplice ed intuitivo. Andate su TOP LIST->tutte le top list, cliccate e aggiungete una nuova

All’apparenza sembrerà di aprire un articolo normale; e in effetti è così.

L’articolo TOP LIST va trattato esattamente come un articolo normale:
– compilate lo snippet del SEO e mettete una parola chiave
– mettete un’immagine di anteprima e nel testo.
– scrivete un testo nell’articolo dando informazioni interessanti ed utili che arricchiscono la lista di ricette che create.

La particolarità di questo formato sta nella compilazione della lista: scorrendo la pagina verso il fondo troverete questo

Potrete selezionare tra LISTA DI POST (tutto preimpostato, dovrete solo scegliere i post cercando per parola chiave) e LISTA LIBERA (con la quale avrete più libertà di movimento, potete inserire foto, testi personalizzati, titoli, etc).

Oltre al tipo di lista, potrete personalizzare lo STILE

Se mostrare l’ESTRATTO (il riassunto) o no

E infine creare GRUPPI. Cosa sono i gruppi? I gruppi sono sottoinsiemi di elementi accomunati tutti da un filo conduttore, delle sezioni della top list. Se sto scrivendo una top list intitolata “ricette con le uova”, possibili gruppi possono essere “pasta fresca”, “torte”, “frittate” etc, che sono appunto un sottoinsieme dell’insieme generale “ricette con le uova”. Altro esempio: se sto scrivendo una top list “ricette di Natale”, per me i gruppi saranno “antipasti”, “primi”, “secondi”, etc. Se non sono necessarie queste sezioni, basta non creare gruppi diversi.

Cercare i post da includere nella vostra raccolta è facilissimo: basta andare su “Cerca per titolo”, scrivere una parola e selezionare i post che vi servono dalla lista che si aprirà.

(un esempio molto semplice, per farvi capire, è: RACCOLTA PRIMI PIATTI il nome dell’ articolo TOP LIST, e poi nei gruppi potete mettere primi piatti al forno, primi piatti light, primi piatti freddi, etc.)
Non vi resta che sperimentare e creare nuove top list con questo strumento esclusivo. [Esempio di top list: https://blog.giallozafferano.it/fornoefornelli/ricette-di-pasta-al-forno/  ]

VIDEO TUTORIAL

Qualche dritta sulle funzionalità di Google Analytics

Google Analytics è uno strumento molto potente per l’analisi del traffico sul tuo blog. È importante imparare a usarlo e a leggere i dati che ci fornisce, per poter così sviluppare delle strategie per aumentare il traffico sul nostro sito. Se non hai ancora iniziato a usarlo, segui questa guida passo passo e comincia a conoscere meglio il traffico del tuo blog

->  https://tutorial.altervista.org/google-analytics/

Ecco le domande che ci sono state fatte più di frequente: avrai una panoramica generale sull’utilizzo base di Google Analytics. Se vuoi approfondire leggi https://support.google.com/analytics/#topic=3544906

  • Come si fa a leggere i dati per un determinato periodo di tempo, ovvero a impostare un intervallo di date?

È molto semplice. Vai su Pubblico -> Panoramica e clicca dove indicato sulla foto

1 GA

Si aprirà una finestrella in cui impostare l’intervallo di date che ti interessa analizzare; clicca su applica.

2 ga

  • Come si fa a controllare quali sono i post più letti?

Come prima cosa seleziona un periodo di tempo da controllare, come spiegato nel punto 1. Poi segui questo percorso:

3 ga

Otterrai un elenco dei post più letti per un determinato periodo di tempo.

  • Da dove proviene il mio traffico?

Questa è una bella domanda: al tuo blog si può arrivare attraverso molti canali. Per vedere come è suddiviso il traffico vai su Acquisizione -> Panoramica. Qui potrai leggere i dati relativi ai canali utilizzati.

4 ga

Cliccando sulle varie voci potrete vedere che traffico portano i vari canali social: il traffico diretto sul vostro blog (lettori che salvano il link e vi visitano direttamente), la ricerca organica (dai motori di ricerca), etc

  • Posso controllare da che dispositivo proviene il mio traffico?

Per controllare questo dato vai su Pubblico -> Mobile -> Panoramica

5 ga

  • Cos’è la frequenza di rimbalzo?

La frequenza di rimbalzo è la percentuale di sessioni di una sola pagina (ovvero le sessioni in cui gli utenti abbandonano il sito dalla pagina da cui sono entrati, senza interagirvi).

Esistono diversi fattori che contribuiscono a una frequenza di rimbalzo elevata. Per esempio, gli utenti potrebbero abbandonare il sito dalla pagina da cui sono entrati in presenza di problemi di progettazione o di usabilità del sito. Gli utenti potrebbero abbandonare il sito dopo aver visto una sola pagina se hanno trovato le informazioni che cercavano e non hanno alcuna necessità o alcun interesse a visitare altre pagine. (cit. Guida Google Analytics)

  • Dove possono leggere le chiavi di ricerca che gli utenti usano per arrivare al mio sito?

Vai su Acquisizione-> Campagne -> Parole chiave organiche e vedrai cosa hanno cercato gli utenti per arrivare sul tuo blog.

6 ga

  • Si può vedere, per un singolo post, la chiave di ricerca usata?

Sì, a patto di avere collegato Google Analytics a Google search console come spiegato qui: https://tutorial.altervista.org/collegare-google-analytics-a-google-search-console/

Poi basta andare su Acquisizione -> Search console -> Pagine di destinazione e, cliccando sulle singole voci, vedere le chiavi di ricerca più usate.

  • Si può vedere quanto ci ha fatto guadagnare un singolo post?

Sì, a patto di avere collegato Google Analytics a Google Adsense come spiegato qui: https://tutorial.altervista.org/come-collegare-google-adsense-a-google-analytics/

Poi basterà seguire questo percorso Comportamento -> Publisher -> Panoramica per vedere quali sono i post più remunerativi.

  • Posso controllare quante visite ha avuto un determinato post?

Sì, ed è molto semplice: come prima cosa setta il periodo di tempo che vuoi analizzare, come è stato spiegato nel primo punto di questa guida, e poi vai su comportamento -> contenuti del sito -> tutte le pagine e cerca da questa casellina una delle parole del titolo del post

  • Come posso vedere quante visite ha ricevuto un singolo post dai social?

Semplice: segui il percorso Acquisizione -> Social -> Referral dei social network, clicca su ogni singolo social, scrivi una parola del titolo del post come indicato nello step precedente a questo e fai invio (sempre settando all’inizio della tua ricerca il periodo di riferimento)

Come collegare Google Analytics a Google Search Console

In questo tutorial vi abbiamo spiegato come fare per verificare il vostro sito su Google Search Console.

Ora vi spieghiamo come collegare Google Analytics a Google Search Console. E’ un’operazione abbastanza semplice.

Andate nel vostro account Google Analytics

cliccate su Amministratore-tutti i prodotti

Scorrendo la pagina, troverete questa schermata

9 gs

Cliccate su Collega Search Console.

Cliccate su Modifica

10 gs

la schermata successiva vi mostrerà tutti i siti di vostra proprietà su Google Search Console: selezionate quello di vostro interesse e cliccate su SALVA

11 gs

date l’OK.

12 gs

la schermata successiva è di nuovo su Google Analytics: cliccate su Fine 

13 gs

Avete finito.  Se avete fatto tutto correttamente vedrete il collegamento tra google analytics e google search console.14 gs

In questo articolo è invece spiegato come aggiungere una nuova proprietà su Google search console e come rifare la verifica.

Tutorial Contact form 7

Contact form 7 è un utile plugin se volete creare un modulo che le persone o le aziende possono usare per contattarvi tramite un indirizzo email valido.

Cercate sui vostri blog questo plugin e installatelo. In seguito attivatelo

1

Siccome sappiamo bene che la maggior parte delle visite arrivano da mobile, vi consiglio di usare una pagina statica per creare il modulo di contatto. Quindi, create una pagina statica (datele il nome che preferite, come ad esempio: Per contattarmi, Contatti, Contattami ecc) e salvatela.

Una volta installato e attivato, troverete nel menù del vostro blog questa voce

2

Cliccate su MODULI DI CONTATTO: troverete un modulo già pronto da utilizzare, a cui potrete aggiungere anche altre buche da compilare

Se invece volete creare da zero il vostro modulo cliccate su AGGIUNGI NUOVO

3

Potrete personalizzare il modulo come preferite

7

Oltre al modulo, potete anche controllare come ricevere la mail in caso di contatto, i messaggi di risposta da inviare all’utente, ecc cliccando sulle varie tab superiori

Salvate.

Una volta che avrete completato dovrete copiare questa stringa (che trovate nel modulo appena creato) nella pagina statica che avete creato prima

4

Questa è la pagina CONTATTAMI completa. Dopo avere salvato potete inserirla sul vostro blog ad esempio nel menù in testata. Nella pagina potrete inserire anche altre informazioni aggiuntive per restare in contatto con voi, come ad esempio i link dei vari social network che usate ecc ecc

8

Seguendo la stessa procedura potrete inserire un modulo di contatto nella sidebar del vostro blog (ma non ve lo consiglio, in quanto la stessa non è visibile da mobile).

Come collegare Google Adsense a Google Analytics

In questo tutorial vi spiegheremo come collegare Google Analytics a Google Adsense, per poter così tenere sott’occhio i guadagni sui singoli post. Ovviamente è necessario disporre di entrambi gli account per poter usufruire di questo ulteriore servizio (leggete gli articoli Google Analytics e Google Adsense per sapere come fare per averli sul vostro blog/sito). Purtroppo al momento non è possibile, su Google Analytics, impostare la valuta in €. Seguite questo breve passo passo.

Per prima cosa andate sulla scheda AMMINISTRAZIONE del vostro account Google Analytics, facendo attenzione, se avete più di un account Google Analytics, a quale scegliete.

2

Nella colonna PROPRIETA’ cercate COLLEGAMENTO DI ADSENSE e cliccate. Vi troverete davanti a questa schermata.

4

Selezionate NUOVO LINK ADSENSE, e nella schermata successiva selezionate l’account sul quale vorrete ottenere il collegamento.

5

Selezionate la casellina ADSENSE PER CONTENUTI e poi CONTINUA

6

Selezionate la vista  (troverete il nome del vostro account oppure la dicitura TUTTI I DATI DEL SITO WEB).

7

Se avete fatto tutto bene cliccate su ATTIVA LINK

8

Per adesso avete finito. Dovrete aspettare prima che il collegamento tra Google Adsense e Google Analytics sia attivo.

9

Nella schermata Amministrazione->proprietà->collegamento ad Adsense ora vedrete questo.

10

Quando il collegamento sarà attivo e funzionante, andate su COMPORTAMENTO -> PUBLISHER -> PANORAMICA per vedere quali sono i post più remunerativi.

Tutorial AZindex plugin

Il plugin AZIndex serve a creare elenchi alfabetici dei contenuti di un blog. E’ semplice da usare, basta seguire questo tutorial passo.

Per prima cosa dovrete aggiungere sul vostro blog il plugin AZIndex

1

Una volta installato e attivato, passiamo alla personalizzazione. Se avete fatto tutto bene, passate su STRUMENTI-> AZIndex

2

Cliccate su ADD NEW

3

Ci troveremo davanti a questa pagina, da personalizzare per creare la nostra lista

4 5 6

Inserite nella buca INDEX NAME il nome che volete dare alla vostra lista (es. indice ricette).**

Lasciate gli altri campi così come sono.

Cliccate in fondo alla pagina ADD INDEX.

Il risultato sarà questa pagina: appuntatevi il numero che leggete nella posizione cerchiata in nero.

7

Qui abbiamo finito.

Ora andate su PAGINE: potrete notare che è stata creata in automatico dal plugin, una pagina che al momento è una bozza, che ha lo stesso nome della lista che avete creato.

8

Aprite la bozza: avrete una schermata del genere

9

Se in quella stringa visualizzate lo stesso numero che vedevate prima nella lista (ve lo siete appuntato?) allora avete finito.

Potete pubblicare la pagina, inseritela dove preferite (nel nostro esempio la pagina è stata inserita nel menù in testata). Cliccando, vedrete la lista di tutti gli articoli pubblicati sul vostro blog.

10

**Se invece di creare una lista alfabetica di tutti i contenuti del blog volete crearne una che racchiuda una sola categoria è molto semplice: nella schermata di creazione dell’indice dovrete scrivere nella seconda casella la categoria che vi interessa e poi proseguire come da tutorial

azindex

Google Analytics

Google Analytics è un utile strumento che permette di monitorare tutte le attività di ricerca (come ad esempio articoli più letti, provenienza delle visite, comportamento, visite in tempo reale, ecc) degli utenti sui vostri blog. In questa guida fornita da Google potrete imparare ad utilizzare Google Analytics in tutte le sue sfaccettature https://support.google.com/analytics/?hl=it#topic=3544906

Iscriversi a Google Analytics è molto semplice. Recatevi su http://www.google.com/analytics e cliccate su CREA UN ACCOUNT

Se avete già un profilo Google procedete con l’iscrizione utilizzando quello. La schermata successiva è questa

Eseguite l’accesso e registratevi

3

Compilate tutti i campi con i vostri dati per ottenere l’ID di monitoraggio.

Ricordate di mettere ROMA come fuso orario.

4

5

Accettate anche il contratto di Google impostando ITALIA come paese/regione di residenza

6

Il vostro account è pronto.

Ora bisogna fare in modo da collegare il blog con Google Analytics, altrimenti le visite non vengono rilevate: andate alla voce plugin->aggiungi nuovo scrivete GOOGLE ANALYTICS FOR WORDPRESS BY MONSTERINSIGHTS; scaricate e attivate il plugin

Una volta che il plugin sarà attivo, troverete il plugin di Google Analytics, chiamato Insights, nella barra laterale del vostro blog.

Dovete, questo punto, autenticarvi tramite il plugin per completare il collegamento del vostro account Google Analytics col blog: cliccate sul pulsante “Autenticati con il tuo account Google” (la mail usata dovrà essere la stessa che avete usato per creare il vostro account google analytics).

EDIT DEL 21/08/2018: l’autenticazione ha ripreso a funzionare, quindi procedete con l’autenticazione come spiegato sotto.

e procedete seguendo e leggendo le schermate che vengono proposte.

Se avete seguito tutto alla lettera, è possibile che leggiate questo errore.

Per ovviare andate su INSIGHTS – IMPOSTAZIONI e seguite questo esempio

Se in alto leggete questo avviso, decidete in totale autonomia se accettare o no (chiedono il consenso per tracciare il funzionamento del plugin)

Mailchimp

Mailchimp è un servizio online per creare delle belle newsletter da inviare ai vostri lettori. In questa breve guida è spiegato come creare un account, un form per le iscrizioni e un modello per inviare le vostre mail ai lettori. (video tutorial in inglese http://kb.mailchimp.com/category/getting-started/ dove troverete guide per ogni passo nell’iscrizione)

1.  Iscrizione

Per prima cosa recatevi sul sito http://mailchimp.com/ e cliccate su “sign up free”.

mc1

Compilate i campi con i vostri dati

mc2

Andate nella vostra casella mail (quella che avete usato per l’iscrizione) e cliccate sulla mail ricevuta per attivare il vostro account

mc3

Fate il controllo di sicurezza per validare il fatto che siete umani

mc4

Compilate i campi inserendo i vostri dati. Alla voce WEBSITE URL inserite la url del sito per cui volete creare la newsletter, mentre su YOUR INDUSTRY inserite la categoria del vostro blog.

mc5

mc6

mc7

Salvate e andate avanti.

La vostra dashboard è adesso pronta per essere utilizzata.

mc8

2. Creazione di una lista  e del form di iscrizione

Dovete creare  una lista di persone a cui inoltrare la vostra newsletter, inserendo nei vostri blog un form di iscrizione per le newsletter.

Cliccate su LISTS e e poi su CREATE. Compilate i campi necessari, dando un nome alla lista, e poi salvate

mc9

mc10

mc11

Compilate la sezione REMIND PEOPLE HOW THEY GOT ON YOUR LIST per fare sapere agli utenti perché ricevono la vostra newsletter.

mc12

mc13

Una volta che avrete creato la lista, andate su LISTS e cliccate sul nome della lista, selezionate SIGNUP FORMS (trovate molte altre info a riguardo sui tutorial ufficiali di Mailchimp )

mc14

Scegliete il tipo di form che volete utilizzare e poi personalizzatelo. Ce ne sono di più tipi, scegliete voi quello che preferite, io ho fatto la prova con EMBEEDED FORMS, che è il più personalizzabile

mc15

Salvate. In questa sezione otterete il codice da inserire nel blog (in un widget di testo da inserire nella sidebar laterale) per permettere agli utenti di isciversi alla vostra newsletter.  Per le personalizzazioni del form per le iscrizioni vi consiglio di usarle di giocare voi stessi con le varie opzioni per capire cosa volete inserire (qui è spiegato tutto http://kb.mailchimp.com/article/how-can-i-add-my-signup-form-on-my-website/ )

3. Creazione di una newsletter

Siamo ora nel pannello di controllo del nostro account. In questo pannello potrete controllare tutte le vostre attività: newsletter già create, liste di persone, il vostro account, stato delle vostre email.

mc8

 

Cliccate su CREATE A CAMPAIGN per creare una newsletter.

Scegliete REGULAR CAMPAIGN e cliccate su SELECT

mc16

RECIPIENTS: in questa sezione selezionate la/le liste a cui inviare la vostra newsletter

mc17

SETUP: Compilate i campi successivi coi vostri dati. Potete anche collegare i vari social al profilo mailchimp per avvisare che avete inviato la newsletter

mc18 mc19 mc20

TEMPLATE: questa è la parte carina della newsletter. Potete scegliere se usare un template basics (ottimizzato per cellulari) o un tema, a vostro piacere. Sbizzarritevi. Potete anche caricare un vostro tema (per esperti) . Ho scelto il tema TEMPLATE 3up-grid (drag and drop) che privilegia le belle foto. Personalizzate la vostra newsletter riempiendo i campi con foto, box di testo, divertitevi a crearla e a renderla vostra, compilate per bene tutti i campi prima di andare avanti. RICONTROLLATE BENE SEMPRE. (tutto quello che c’è da sapere sui template lo trovate qui: TEMPLATE MAILCHIMP)

mc21

Dopo che l’avrete creata, potrete inviarla ai vostri contatti: vi consiglio sempre di inviarla prima a voi stessi, e poi di inviare ai vostri iscritti. Questa che vedete nell’immagine è una newsletter stile “drag and drop”. È completamente personalizzabile, si possono aggiungere i box che vedete sulla destra, insomma potete divertirvi come preferite.

Se mentre lavorate volete farvi un’idea di come verrà la vostra newsletter una volta spedita basterà cliccare qui in alto, su PREVIEW and TEST

mc22

Cliccate su NEXT quando sarete pronti.

Potrete a questo punto decidere se inviare subito->CLICCATE SEND

mc23

…oppure programmare l’invio: cliccate su SCHEDULE (è vicino a SEND) e riempite i campi con le vostre preferenze di date e orari.

mc24

Potrete in questo modo preparare le vostre newsletters con anticipo e programmarne l’invio. Una volta che sarete pronti cliccate su SCHEDULE CAMPAIGN. Se avete creato più liste di invio potrete in questa pagina anche selezionare a chi inviare la newsletter e a chi no.

P.S. ovunque troverete la dicitura PAID ACCOUNTS ONLY non potrete intervenire a meno che non siete utenti abbonati al servizio a pagamento Mailchimp.

Se avete una pagina Facebook associata al vostro blog potrete anche inserire sulla pagina il form per le iscrizioni alla vostra newsletter. Farlo è semplicissimo perché fa tutto l’applicazione di Mailchimp. Dalla dashboard del vostro profilo andate su Account settings->Extras->Integrations e poi cercate l’icona di Facebook.

mc25

mc26

Connettete il vostro account personale e date tutte le autorizzazioni del caso.

mc27

Compilate i vari campi con le cose necessarie: nome pagina, lista a cui effettuare l’iscrizione, e una breve frase per descrivere l’applicazione su Facebook. Poi salvate e avete finito.

Sulla vostra pagina vedrete una cosa del genere:

mc28

Continuate a curiosare. Mailchimp è pieno di curiosità da scoprire. Questa è solo una breve guida per muovere i primi passi. Più userete Mailchimp, meglio lo capirete. Qui c’è una vasta gamma di video tutorial da poter usare e consultare, per poter sfruttare al meglio tutte le potenzialità di Mailchimp

IL NUOVO GDRP: COME MUOVERSI

Per allinearsi alle richieste del GDPR (General Data Protection Regulation) che entrerà in vigore in data 25 maggio 2018, bisogna anche adattare i moduli di raccolta dei dati di chi usa Mailchimp: devi ottenere il consenso specifico dai tuoi contatti e spiegare chiaramente come intendi utilizzare i loro dati personali.

Farlo è abbastanza semplice ma devi fare le cose con estrema attenzione.

La modifica consta di 2 step:

  • Aggiornamento del form delle iscrizioni (GDPR-Friendly Signup Form)
  • Alert per i vecchi utenti già iscritti alla vostra newsletter

1) Aggiornamento del form delle iscrizioni

Per prima cosa fai accesso al tuo account mailchimp e vai nella sezione Lists.

Clicca e vai sulla tua lista di utenti iscritti e, dal menù a tendina, su Settings

Clicca ora su List name & defaults

Scorri la pagina e metti la spunta su Enable GDPR fields

Scorri ancora e salva.

Ora devi personalizzare i testi, ovvero quello che vedono i tuoi utenti quando aprono il form di iscrizione.

Spostati nella linguetta Signup forms

Se scorri verso il basso, vedrai che s’è aggiunto in automatico il box della GDPR.

Cliccandoci sopra, dovrebbe diventare giallino. Puoi modificare il testo (facoltativo) che l’utente leggerà andando di lato e cliccando su Fields settings

Salva dopo avere modificato i testi. Il primo step è concluso.

2) Alert per i vecchi utenti già iscritti alla vostra newsletter

I vecchi utenti devono confermare obbligatoriamente i propri dati, quindi dovrai inviare loro una newsletter studiata appositamente.

Vai su Create –  e poi clicca su Create an email

Dai un nome alla campagna che stai creando e riempi come al solito tutti i campi richiesti

La casella Content invece va compilata diversamente.

Clicca su Edit design e poi su Themes: seleziona Subscribe alerts

e poi il box GDPR Subscriber Alert

Personalizza con i tuoi testi la pagina successiva: puoi semplicemente tradurre quello che già vedi o scrivere un testo personalizzato. L’importante è NON MODIFICARE ASSOLUTAMENTE il pulsante che vedi in basso, ovvero Update settings, che è quello che gli utenti devono cliccare per aggiornare i dati

Una volta che la newsletter è pronta per essere inoltrata, salva e invia ai tuoi iscritti.

Qui un esempio di testo in italiano

e il risultato di quello che vedranno gli utenti quando cliccano su “aggiorna le tue informazioni”.

Gestione dei plugin

Per gestire i plugin dal pannello di controllo di WordPress (dashboard) vai su Plugin, nel box a sinistra.

plu9

Cliccando su “Plugin” vai alla pagina di gestione dei plugin dove puoi coordinare le azioni relative ai plugin: attivare, disattivare, impostare, rimuovere i plugin già installati e cercare nuovi plugin.

plu2

Nella pagina di gestione dei plugin trovi una panoramica dei tuoi plugin, rapidamente consultabile in sintesi già nella parte alta della pagina.

Azioni di gruppo

Per applicare a un gruppo di plugin una stessa azione selezionare i plugin dall’elenco, scegliere un’azione dal manu a scomparsa e cliccare su “Applica”. Le azioni previste sono: attiva, disattiva, aggiorna, cancella.

plu10

All’inizio o in fondo alla pagina è possibile selezionare tutti i plugin spuntando “plugin”.

plu11

Cerca tra i plugin

Potrebbe rivelarsi utile, specialmente se si sono installati molti plugin, usare la ricerca interna, la si trova a destra nella parte alta della pagina.

Attivare/disattivare plugin

Alcuni plugin sono già installati in partenza ma in stato disattivo. Per attivarli vai alla pagina “Plugin” nel menu “Plugin”.

plu9

Per attivare un plugin non attivo e già installato (sono segnalati graficamente con un colore diverso dai plugin già attivi) basta cliccare su “Attiva”.

plu12

Un messaggio conferma l’avvenuta attivazione. Per disattivare un plugin basta clicca re su “Disattiva”.

Modificare un plugin

Per modificare un plugin clicca su “Modifica” e accederai all’editor dove puoi intervenire sul codice del file. È consigliabile sapere dove si stanno mettendo le mani, per evitare di danneggiare il plugin se non l’intero blog.

Impostazioni di un plugin

Alcuni plugin per funzionare correttamente o per essere ottimizzati devono essere impostati. Nella pagina di gestione dei plugin comparirà allora la voce “Imposta”, cliccando si accede alla pagina per selezionare le preferenze rispetto a quel plugin.

plu13

Per saperne di più sulle impostazioni di Sociable, plugin presente in default, che permette di far circolare su altri siti i propri contenuti, vai a Sociable (link).

Aggiungi plugin

Per aggiungere un plugin puoi cliccare su “Aggiungi nuovo” nella parte alta della pagina.

plu2

Puoi anche raggiungere la pagina per installare nuovi plugin dal box nella barra di sinistra della dashboard.

plu1

Vai a Installa Plugin per saperne di più.