Come registrare un dominio su Altervista

Come registrare un dominio su Altervista

Hai bisogno di un sito web per la tua attività, vuoi promuovere il tuo brand personale online ma non hai molto tempo e non sai da dove registrare un dominio, anzi non hai proprio idea di cosa sia il dominio di un sito web?

Non ti preoccupare perché sei arrivato nel posto giusto: in questa breve guida ti spiegheremo brevemente come registrare un dominio web gratis o a pagamento in pochi semplici passi.

Come registrare un dominio gratis o a pagamento

  • Individua le reali esigenze per cui ti serve un sito web
  • Scegli con attenzione il nome del tuo sito
  • Controlla se quel nome è disponibile e in che estensione (.it, .com, .org. net) sulla pagina di Altervista
  • Registra il dominio gratis o a pagamento
  • Inizia a creare il sito scegliendo il design e inserendo i primi contenuti
  • Arriva al successo seguendo un piano editoriale e una strategia digitale.

Vediamo come fare passo passo la registrazione e la ricerca del dominio.

Un nome di dominio, o più semplicemente dominio, ha online le stesse funzioni di un indirizzo stradale in una città: aiuta le persone a raggiungere un luogo. E sul web quel luogo è il tuo sito o blog.

Se non esistesse il dominio, il nome del tuo sito apparirebbe come una sequenza di quattro numeri decimali, da 0 a 255, intervallati da quattro punti. I numeri sono l’indirizzo IP, il modo per identificare inequivocabilmente uno spazio web nel linguaggio dei computer; ma il linguaggio dei computer è complicato per gli umani! Il nome di dominio traduce gli indirizzi IP numerici in parole ed espressioni riconoscibili e facilmente ricordabili dalle persone che navigano su internet.

Cos’è un dominio e perché è importante

Il dominio è quindi l’indirizzo web che gli utenti cercano nella barra di un browser, e come tale va scelto con cura, sia perché esprime la tua unicità, sia perché ti può rendere più o meno facile da trovare nel marasma dei contenuti online.

Ci sono alcune considerazioni e controlli da fare prima di scegliere un nome di dominio, ma ancora prima è interessante scoprire che elementi vanno a formare l’URL del tuo sito o blog.

Da cosa è composto un indirizzo web?

Un dominio, in generale, si costruisce su diversi livelli, e il più importante è detto dominio di primo livello, o TLD (Top-level domain): è l’estensione del dominio, le due o tre lettere che appaiono più a destra, dopo il punto, e che vanno a identificare alcune informazioni di quel dominio, per esempio la localizzazione geografica (.it per l’Italia per esempio) o lo scopo (.com, per qualsiasi attività commerciale, org. per organizzazione, info. per siti informativi ecc.).

Se prendiamo un URL semplice – per esempio https://www.giallozafferano.com/ – il dominio di primo livello è .com, l’estensione generica associata alle attività a scopo di lucro, e la più diffusa, insieme a .net, usata di solito dalle imprese online, od .org, riferita alle organizzazioni no-profit.

quali sono i vari elementi che compongono un dominio web

Proseguiamo ora con il secondo livello, o SLD (Second-level domain): i domini di secondo livello sono le parole a sinistra dell’ultimo punto, quindi prima del dominio di primo livello, che rappresentano il tuo brand o descrivono l’argomento del tuo sito. Nel nostro esempio è “giallozafferano”, il brand del noto sito di cucina.

Esistono diversi livelli di dominio, ma per la finalità di questa guida ci interessa analizzare solo un altro livello, il terzo: i domini di terzo livello, detti anche sottodomini, appaiono a sinistra dei domini di secondo livello, e servono a creare siti indipendenti, ma collegati a un dominio principale. Come esempio, possiamo scegliere il sito di tutorial su cui ti trovi ora: https://tutorial.altervista.org/, per cui “tutorial” è un sottodominio del dominio principale Altervista.

Anche il “www”, che appare nell’esempio di Giallozafferano, è in realtà un dominio di terzo livello, e identifica il principale servizio di Internet con cui riusciamo a navigare ogni giorno. Il World Wide Web è insomma un sistema di documenti e protocolli che collega tutte le informazioni presenti nelle diverse reti fisiche che compongono Internet.

Come registrare dominio web gratis: usa i domini di terzo livello

All’inizio di entrambi gli indirizzi che abbiamo analizzato, vedi la dicitura HTTPS, che sta a indicare che è attivo il protocollo di sicurezza che protegge tutti i dati trasmessi dal sito: di fatto vengono crittografati, perché non possano essere decifrati né modificati da terzi. Questo procedimento avviene tramite un certificato di sicurezza, che su Altervista è fornito gratis fin dalla registrazione.

È una bella sicurezza sia per un utente, che sa di navigare su un sito sicuro, sia per il proprietario del sito, a cui viene garantita riservatezza sui dati. Se hai già un dominio gratuito o a pagamento su Altervista, ma il tuo sito o blog non ha l’HTTPS attivo, ti conviene attivarlo dal pannello del tuo Hosting WordPress gestito, da “Impostazioni > HTTPS”, oppure dalla bacheca del tuo account Hosting con File Manager.

Scegliere un nome di dominio efficace

Ora che sai cos’è e com’è composto un dominio, ti sarà più facile capire perché è importante riflettere bene prima di crearlo:

  1. se vuoi che le persone lo cerchino e lo trovino, deve essere facile da ricordare e anche facile da scrivere;
  2. se vuoi che gli utenti lo riconoscano, deve parlare di te e/o rappresentare al meglio il tuo brand;
  3. se vuoi attirare un potenziale pubblico interessato a un determinato argomento, deve essere abbastanza intuitivo da mostrare subito di cosa tratta e trasmettere professionalità.

In attesa di vedere i passi fondamentali per scegliere il miglior nome di dominio, è fondamentale rispondere a una prima domanda: per il mio progetto, mi basta un dominio di terzo livello – nomesito.altervista.org per esempio – o mi serve un dominio di secondo livello – come nomesito.it?

La scelta dipenderà dalle esigenze del singolo sito, ma anche dall’investimento economico che sei disposto a sostenere.

Come avere un dominio gratis

Non bisogna per forza pagare per poter creare un dominio. Su Altervista puoi registrare gratis un dominio del tipo nomesito.altervista.org (quindi un dominio di terzo livello) e al contempo acquisire uno spazio hosting con WordPress integrato, quello che noi chiamiamo Hosting con WordPress gestito, che è la soluzione hosting migliore per chi desidera concentrarsi sui contenuti, delegando al nostro team di esperti del guadagno online la gestione tecnica del blog e/o di servizi esclusivi: come il Pilota automatico per il posizionamento della pubblicità.

Dominio e hosting sono la stessa cosa?

Se immagini il tuo sito web o blog come una casa, il dominio è l’indirizzo postale che identifica la posizione, mentre l’hosting è il terreno su cui è stata costruita. Creare un dominio, gratis o a pagamento, vuol dire acquisire la proprietà di un nome, unico e riconoscibile, da associare a un sito web o blog, che però per essere mostrato ha bisogno di uno spazio dedicato: l’hosting.

Ma quindi posso attivarli o acquistarli separatamente?

Hosting e dominio possono essere acquisiti in momenti diversi, la scelta dipende da te:

  • se ti serve pubblicare contenuti subito, ti conviene scegliere un provider che offra sia hosting che dominio – come Altervista – e ti basterà aspettare l’attivazione del servizio per avere entrambi;
  • se desideri occupare un nome di dominio, per evitare che venga acquisito e usato da altri, puoi decidere di acquistare un dominio senza hosting.

Come si registra un dominio su Altervista?

Con Altervista è possibile registrare un sottodominio gratuito altervista.org, oppure acquistare un dominio personalizzato .it o altra estensione desiderata, in base alla disponibilità. È anche possibile attivare un account Hosting con WordPress gratuito e in un secondo momento acquistare un dominio di secondo livello in pochi clic dal pannello di amministrazione.

Creare un dominio gratis

Accedere a un hosting e dominio gratuito è la scelta migliore per chi apre per la prima volta un blog su WordPress, ma è un’ottima soluzione anche per chi preferisce costruire per gradi la propria presenza online.

Registrarsi è semplice: dall’homepage di Altervista potrai scrivere il nome di dominio desiderato e scoprire subito se è disponibile per l’iscrizione gratuita.

Su Altervista puoi registrare un dominio gratis o a pagamento e cercare se il nome che hai scelto è disponibile

Dovrai comunque scegliere il nome con cura, perché una volta inserito in fase di registrazione non sarà possibile cambiarlo. Potresti solo aprire un nuovo account, oppure comprare un dominio personalizzato.

Cliccando su “Prosegui”, ti si presenterà un piccolo form da compilare con i tuoi dati, da cui potrai anche impostare l’importazione di un sito ospitato da un altro provider, se lo hai.

È importante che negli spazi appositi tu inserisca nome e cognome completi, e mail corretta, per evitare l’annullamento dell’iscrizione o il mancato arrivo della mail di attivazione.

Dopo aver accettato i Termini e Condizioni, e aver risolto il captcha, clicca su “Prosegui”: riceverai una schermata di conferma e poi una mail alla casella di posta per segnalarti l’avvenuta richiesta di iscrizione.

A questo punto, dovrai solo aspettare: nel giro di 48 ore riceverai la mail di attivazione con il link del tuo sito e le credenziali (nome utente e password) da utilizzare al primo login.

Per qualsiasi informazione o richiesta di supporto durante la procedura di iscrizione puoi scrivere all’indirizzo mail feedback_form@altervista.it.

Se ho già un dominio gratis, posso comprare un dominio di secondo livello con Altervista?

Una volta attivato il tuo Hosting con WordPress gratuito, lo spazio e i suoi contenuti saranno tuoi e gratis per sempre, ma se ti interessa acquistare un dominio personalizzato, puoi farlo in pochi clic.

Vai in “Bacheca > Domini,” e clicca su “Registra dominio”.

Clicca su Registra dominio

Nella schermata seguente potrai inserire il nome di dominio e l’estensione desiderati.

Clicca su “Verifica” per controllarne la disponibilità, e in caso affermativo procedi al pagamento. La registrazione di un anno di dominio ha un costo di 1,99 €+Iva al mese o 18,96 €+Iva all’anno.

Una volta concluso l’acquisto, potrai tornare in “Bacheca > Domini” e impostare il nuovo dominio come principale.

Hai un blog di ricette giallozafferano?

Se il tuo sito rientra nella categoria dei blog di Giallozafferano, potrai comunque acquistare un dominio di secondo livello, ma si comporterà da redirect: non erogherà quindi direttamente i contenuti, ma reindirizzerà ai contenuti del tuo sito blog.giallozafferano.it/nomesito, il che può essere utile per biglietti da visita e servizi accessori come l’email personalizzata.

La procedura rimane comunque la stessa, mentre il prezzo è minore: 0,99€+Iva al mese o 9,49€+Iva all’anno.

Anche in questo caso dovrai impostarlo come principale da “Bacheca > Domini”.

Trasferire un dominio già acquistato da un altro provider

Se hai già comprato un dominio su un altro provider, per esempio Aruba, non c’è problema, puoi trasferirlo sul tuo sito o blog di Altervista: da “Bacheca > Domini” ti basta selezionare “Trasferisci dominio”.

Aruba registra dominio e fai trasferimento

Per portare a termine il procedimento, dovrai però essere in possesso del codice Authinfo, Authcode o epp code, che identifica in modo univoco il dominio. Se non ce l’hai, devi chiederlo al tuo attuale Register.

Puoi trasferire gratis i domini di secondo livello

I costi rimangono, invece, gli stessi del servizio di registrazione domini.

Creare un dominio a pagamento

Sia per indisponibilità del nome di dominio selezionato, sia per scelta personale, al momento della registrazione è possibile acquistare direttamente un dominio di secondo livello.

come registrare dominio .it, .com o con altre estensioni disponibili

Il sistema ti mostrerà le prime opzioni disponibili, eventualmente espandibili andando su “Altri domini disponibili”.

Dopo aver selezionato il dominio desiderato, sarà necessario compilare il form con i propri dati reali e completi, e accettare tutti i termini, condizioni e privacy policy. Proseguendo si potrà procedere al controllo dei dati e al pagamento con carta di credito o Paypal.

Tutti i domini di secondo livello hanno un costo di 1,99€+Iva al mese, oppure di 23,13€ all’anno, che mensilmente significano 1,58€+Iva.

Ad avvenuto pagamento, riceverai la mail di attivazione con link di attivazione e credenziali per l’accesso al tuo nuovo Hosting WordPress gestito.

Per qualsiasi dubbio o domanda sui domini, puoi rivolgerti al nostro indirizzo dedicato: domini@altervista.it.

Acquistare un servizio di posta

Dopo aver acquistato un dominio, potresti anche pensare a una casella di posta dedicata per il tuo progetto o attività.

Con Altervista puoi averla facilmente: da “Bacheca > Domini > Attiva casella di posta” puoi comprare il servizio di casella di posta mailbox IMAP/POP3 con webmail, 5 GB di spazio e 1000 alias al costo di 0,99 €+iva al mese o 9,00 €+iva all’anno.

È un servizio comodo perché si integra perfettamente con il tuo sito o blog su Altervista, ma se hai bisogno di più caselle, puoi rivolgerti ad altri servizi in whitelabel, decisamente più costosi per i servizi accessori offerti (per esempio calendario, suite office, ecc.), come Google Workspace, Zoho o Microsoft 365 Business.