Il formato ricetta 3.0

Il formato ricetta 3.0

Siamo arrivati al terzo aggiornamento del nostro formato esclusivo dedicato ai food blogger di Altervista, Giallozafferano e CookAround: il formato ricetta.

Se non l’hai mai usato, ti spiego brevemente cos’è: è un formato speciale, pensato per aiutare i foodblogger a scrivere ricette chiare e leggibili per Google e per gli utenti.

Per Google perché il formato ricetta condivide in automatico i dati strutturati, le informazioni che aiutano il motore di ricerca a capire subito di cosa tratta il contenuto. Per gli utenti perché ha una struttura ben precisa, studiata per poter inserire in modo facile e veloce tutte le informazioni utili a replicare la ricetta a casa, dai tempi di cottura, agli ingredienti, alle foto passo passo. Anche ai banner sono assegnate le migliori posizioni, così da monetizzare al meglio i tuoi contenuti.

Come attivare il formato ricetta se non ce l’hai

Se già usavi la versione precedente, non preoccuparti, non dovrai convertire le vecchie ricette nel nuovo formato. I contenuti già pubblicati presenteranno il vecchio formato, mentre le nuove ricette ti mostreranno quello nuovo.

Se, invece, non l’hai mai usato prima e non lo vedi nel menu del tuo sito, puoi attivarlo da “Impostazioni > Generali”, spuntando la casella “Attiva il formato articolo Ricetta”.

Da lì puoi anche attivare gli altri formati esclusivi di Altervista:

  1. il formato Tutorial, per scrivere guide passo passo approfondite;
  2. il formato Top List, per creare raccolte di contenuti, per esempio menù di Natale, o raccolta di dolci senza lattosio;
  3. il formato Recensione Libro, per chi recensisce libri o riviste.

Creare una nuova ricetta

Per aprire una nuova ricetta, clicca su “Ricetta > Aggiungi nuovo”, oppure da Ricetta > Tutte le ricette clicca in alto su “Aggiungi nuovo”.

Ti si aprirà il blocco della ricetta: ti basta cliccare su un punto qualsiasi del blocco per cominciare a compilarlo.

Usa la modalità di visualizzazione in modalità elenco

Per aiutarti a scrivere e modificare la ricetta in tutte le sue parti, ti consiglio di attivare la visualizzazione in modalità elenco, dal menu in alto a sinistra: sono le tre lineette parallele.

Il formato ricetta è composto da diversi blocchi generali che a seconda delle tue personalizzazioni prendono forme specifiche. Questa modalità di visualizzazione ti permette di avere una visione immediata di tutti i blocchi attivi sul tuo contenuto, e ti consente di passare da un livello all’altro con facilità.

Ora vediamo come usare le diverse sezioni del formato ricetta.

Titolo e introduzione

Comincia dal titolo, dove vedi “Aggiungi titolo”, e da una piccola introduzione alla ricetta nello spazio sottostante.

Puoi utilizzare l’introduzione per raccontare le sue origini, il significato che ha per te se è una ricetta familiare, i periodi o le occasioni per cui è meglio prepararla, e così via, informazioni utili che diano un contesto al lettore, e lo invoglino a proseguire.

Ricordati sempre di salvare, man mano che prosegui nella scrittura, per evitare di perdere dei pezzi.

Sponsor

Se si tratta di una ricetta sponsorizzata, in collaborazione con un’azienda, potrai inserire il nome del brand e il link al suo sito nelle caselle preposte.

Per salvare il testo ti basta cliccare in un punto qualsiasi del blocco: ti apparirà la frase “Sponsorizzato da [NOME DEL BRAND]”. Se hai bisogno di fare delle modifiche, puoi cliccare sulla matitina a destra.

Immagine di copertina e video

Dal blocco immagine puoi inserire un’immagine di copertina, una foto del piatto finito: con il pulsante Carica puoi caricare una sola immagine dal tuo computer o dalla galleria del tuo telefono.

Cliccando su “Libreria Media” puoi scegliere un’immagine che hai già caricato, oppure caricarne quante ne vuoi dalla sezione Carica file, sulla sinistra.

Quando il blocco immagine è selezionato, la colonna di destra mostra tutte le impostazioni personalizzabili: Stili, testo alternativo, e dimensioni dell’immagine.

Se per qualche motivo vuoi cambiare l’immagine, devi cliccare su Sostituisci, e scegliere se caricare o aprire la Libreria Media per scegliere da lì.

Incorporare un video

Per inserire un video, conviene averlo prima di tutto caricato su Youtube, o altra piattaforma video, per esempio Vimeo.

Cliccando su “+ Aggiungi video”, ti si aprirà la buca per incollare l’url del tuo video.

Ti basterà poi cliccare su “Incorpora” per vederne l’anteprima già in Modifica.

Le informazioni veloci

Sono quei dati oggettivi che fanno capire all’utente se la ricetta può fare al caso suo: se è costosa in termini di spesa o tempo impiegato, se è facile o difficile, se è una ricetta italiana, regionale o straniera, o per quante persone è pensata.

Ti consiglio di compilare tutte le caselle: più informazioni precise e di qualità dai all’utente (e a Google), più lo convincerai a rimanere sul tuo contenuto (e farai capire a lui e a Google che sei autorevole).

Quando hai finito, puoi cliccare su un qualsiasi altro punto del blocco e salvare la bozza.

La sezione Ingredienti

Qui puoi inserire gli ingredienti necessari a preparare la ricetta. Se lo desideri puoi modificare il titolo inserito di default “Ingredienti” e puoi scrivere una piccola introduzione alla lista di ingredienti, altrimenti puoi proseguire nella compilazione. Anche a fine sezione trovi una buca di testo utilizzabile, nel caso ti servisse.

I gruppi di ingredienti

Se la ricetta prevede più preparazioni, puoi pensare di dividere la lista di ingredienti per preparazione, per esempio nel caso di una torta, ingredienti per la base, ingredienti per la glassa ecc.

A questo servono i gruppi di ingredienti: uno lo trovi già attivo di default – puoi lasciarlo bianco o scriverci il titolo – ma ne puoi aggiungere altri cliccando su “+ Aggiungi gruppo ingredienti”.

Aggiungere un ingrediente

Clicca sul pulsante “+ Aggiungi ingrediente”.

Nella prima casella puoi inserire quantità intere (1,2, 25, 500 ecc.), mentre nella seconda trovi le frazioni, sia in forma numerica che per esteso. Puoi anche combinare entrambe le caselle per inserire un numero intero e uno frazionato, per esempio una tazza e mezza di farina:

Nel menu a tendina delle Unità trovi tutte le unità di misura (gr, ml, kg ecc.) e i contenitori che si usano per misurare le quantità (tazza, bicchiere, cucchiaio, cucchiaino ecc.).

In Nome devi inserire il nome dell’ingrediente: scrivi una parola chiave e selezionalo dai suggerimenti che ti propone il nostro database. Se hai bisogno di aggiungere qualche informazione, puoi farlo nella casella Note.

Scegli gli ingredienti dal nostro database

Nella buca Link puoi rimandare a un contenuto del tuo blog – dopo aver inserito una parola chiave, il sistema ti proporrà i contenuti pubblicati sul tuo blog e associabili a quella parola chiave – o un contenuto esterno, per cui ti basta copiare e incollare l’url.

Linkare un contenuto pubblicato sul tuo blog.

In Peso devi scrivere il peso in grammi della parte edibile – che viene quindi effettivamente usata per la preparazione e mangiata – dell’ingrediente, in modo da permettere la qualificazione nutrizionale. Se non inserirai questa informazione, l’ingrediente apparirà in rosso.

Per modificare qualsiasi ingrediente basta cliccare sul simbolo della matita.

Cos’è la qualificazione nutrizionale della ricetta

La selezione dell’ingrediente dal nostro database di più di 2000 ingredienti e l’aggiunta del peso in grammi fanno sì che la ricetta possa essere qualificata, quindi possano esserne calcolati i valori nutrizionali totali e per porzione.

Questi dati vanno ad arricchire la tua ricetta dal punto di vista di Google, ma sono soprattutto un valore aggiunto per i tuoi lettori, per chi segue una dieta, ma anche per chi è semplicemente attento alle calorie e al bilanciamento dei piatti che consuma nella giornata.

Come avere le informazioni nutrizionali

I requisiti per qualificare una ricetta sono questi: tutti gli ingredienti devono essere stati scelti dal nostro database, e devono essere completi del peso in grammi. In caso contrario, appariranno in rosso. Se anche un solo ingrediente è rosso, l’intera ricetta non sarà qualificata.

L’ingrediente è in rosso se non è stato scelto dal database e/o non presenta il peso in grammi.

Inoltre, è necessario compilare la scheda delle informazioni nutrizionali, con il peso della ricetta nella sua interezza e il peso di una sua porzione.

Se manca il peso di qualche ingrediente il sistema te lo notificherà anche lì, e potrai modificarlo, sempre cliccando sulla matita.

Una volta inserite le cifre, clicca pure su un qualsiasi altro punto fuori dal blocco e il riquadro si salverà. Ricordati anche di salvare la bozza ogni tanto.

La sezione Strumenti

Ti può servire per indicare tutti gli elettrodomestici e gli utensili che possono essere utili per la preparazione del piatto.

Non è obbligatorio inserirli, ma il discorso è sempre lo stesso: più informazioni dai al tuo utente (e a Google), meglio è. Peraltro se utilizzi il servizio di affiliazione IconA – attivabile per blog a partire dal livello Oro da Guadagna > Affiliazioni IconA – puoi sfruttare questo spazio per consigliare prodotti da acquistare tramite i tuoi link affiliati.

Il funzionamento è molto simile a quello degli ingredienti: il titolo è modificabile; hai a disposizione spazio di testo all’inizio e alla fine del blocco; e se la ricetta è complessa, puoi separare gli strumenti per occasione d’uso, aggiungendo gruppi strumento, oppure puoi fare un’unica lista con il pulsante “+ aggiungi strumento”.

Nella casella Quantità puoi inserire il numero di strumenti che hai usato, mentre nel menu a tendina di Categoria trovi una lista di utensili, elettrodomestici e attrezzi tra cui scegliere.

Il campo Nome così – come l’aggiunta del link – è facoltativo, ma molto utile per chi usa i link affiliati, come viene spiegato nella guida sulle affiliazioni IconA, nel paragrafo “Sei un foodblogger? Usa bene gli strumenti”.

Selezionando la voce Strumenti dalla modalità elenco sulla sinistra – oppure cliccando due volte sulla prima casellina del menu degli strumenti, fino ad arrivare al simbolo del martello – potrai scegliere nella colonna di destra se mostrare i nomi dei modelli di strumenti o se consentire i collegamenti di affiliazione automatici (che per chi ha attivo IconA, linka in automatico un contenuto recensione di shopping.giallozafferano.it oppure il prodotto specifico sullo store di Amazon se disponibile).

Per ogni strumento puoi anche segnalare un’alternativa, da “Strumenti alternativi:” cliccando su “+ Aggiungi strumento”. La procedura è poi lo stesso.

Attivare i banner di affiliazione per IconA

I link di affiliazione IconA sono l’unico servizio di affiliazione ammesso da Regolamento sui blog e siti di Altervista. Con IconA puoi consigliare qualsiasi prodotto presente sullo store di Amazon, linkarlo e guadagnare una percentuale sugli acquisti che le persone fanno da quel link.

I link affiliati sono di base testuali, ma nel formato ricetta è possibile anche inserire fino a 3 banner di affiliazione, simili a questo (l’unico spazio in cui non appaiono è l’introduzione):

Attivarli è semplice: nella colonna di destra va accesa l’opzione “Consenti banner di affiliazione”

Per creare il banner, devi evidenziare il testo su cui ti interessa incorporare il link, e selezionare il pulsante “Link di affiliazione” dal menu del blocco.

Nella finestra Affiliazione Amazon, dovrai accendere l’opzione “Consenti l’utilizzo nel banner di affiliazione” e poi cercare tramite parola chiave o codice ASIN (quello che vedi in grassetto negli url di Amazon), il prodotto che ti interessa.

Dalla lista che ti mostrerà il sistema, scegli e clicca il link che ti interessa. Cliccando verrà inserito in automatico nel testo.

Se vuoi approfondire, puoi leggere la nostra guida su come attivare e usare i link di affiliazione.

La sezione Passaggi

Sei ora arrivato alla parte più importante della tua ricetta: la preparazione. Devi spiegare agli utenti nel modo più dettagliato possibile come riprodurre il piatto finito.

Come per le due sezioni precedenti, ti è possibile modificare il titolo, e inserire una piccola introduzione, annotazioni o precisazioni a inizio e fine blocco.

Puoi anche creare più di un gruppo di passaggi, se la ricetta lo richiede (per dividere il procedimento per la base di una torta dal procedimento per preparare il ripieno per esempio).

Idealmente, ogni step della ricetta deve equivalere a un blocco passaggio: il primo è attivo di default, ma puoi crearne altri con il pulsante “+ Aggiungi passaggio”.

Di base, un blocco passaggio è composto da una buca di testo e da un blocco immagine, ma puoi modificare la visualizzazione, selezionando nella colonna di destra la voce “Passaggio”.

Le possibilità sono 4:

  1. puoi mostrare l’immagine in alto e il testo in basso;
  2. puoi usare quella di default, con testo e immagine;
  3. puoi scegliere di visualizzare l’immagine a sinistra o a destra del testo;
  4. puoi scegliere di mostrare solo il testo.

Questo ti aiuta quando, per esempio, inserisci un’immagine dove in realtà non ti serve: basta che selezioni l’opzione solo testo che abbiamo visto prima e l’immagine sparisce.

Anche il tipo di media è personalizzabile: puoi sostituire il blocco immagine con il blocco video, cliccando sulla voce “Media” nella colonna di destra (oppure cliccando la prima casellina del menu del blocco immagine).

Da lì puoi anche cambiare l’allineamento verticale (in alto, in mezzo o in basso).

La sezione Note

La ricetta è quasi conclusa e il blocco finale ti può servire a dare i consigli finali a chi sta seguendo la tua ricetta: come e quanto conservarla, come abbinarla eventualmente a vini o altre portate, come variarla se non si hanno alcuni ingredienti. Vale sempre la stessa regola: un testo approfondito comunicherà più valore agli utenti, e anche a Google.

Il titolo è personalizzabile, e se ti serve creare altri sotto blocchi, puoi cliccare su “Aggiungi titolo o paragrafo” e selezionare ciò che ti serve.

Il blocco riutilizzabile

Il blocco Note può ospitare anche un blocco riutilizzabile, cioè un blocco paragrafo o media che viene inserito e salvato una volta ed è poi accessibile nell’elenco dei blocchi di WordPress.

Come creare un blocco riutilizzabile

Clicca su “+ Aggiungi un blocco riutilizzabile o creane uno tuo”, e poi seleziona il tipo di blocco che ti interessa, per esempio Paragrafo.

Se hai già creato blocchi riutilizzabili, puoi selezionarli, come un qualsiasi blocco di WordPress.

Dopo aver compilato il blocco, clicca sui tre puntini e poi su “Aggiungi ai blocchi riutilizzabili” per salvarlo.

Ora tutto si sposterà nella colonna di destra: dovrai scegliere un nome riconoscibile per il tuo blocco, in modo da ritrovarlo facilmente nell’elenco dei blocchi WordPress.

A questo punto clicca su Pubblica (avrà un puntino sulla sinistra).

E poi su Salva.

Il tuo blocco è ora stato salvato tra i blocchi WordPress.

Cosa fare prima di pubblicare una ricetta?

Ora che hai compilato tutto, puoi dedicarti alla fase di rilettura. Ti consiglio di controllare:

  1. che non ci siano errori di battitura, errori di grammatica o sviste in generale;
  2. di non avere dimenticato passaggi essenziali alla buona riuscita della ricetta;
  3. che tutte le immagini siano state caricate correttamente, e abbiano dimensioni sensate. Anche il video dev’essere fruibile. Aiutati con l’anteprima;
  4. di aver inserito link utili, sia a contenuti del tuo blog che hanno una correlazione con la ricetta, sia link esterni. E che siano funzionanti.

Se il risultato ti soddisfa, pubblicalo o programmalo (da “Stato e visibilità” cliccando su “Immediatamente” e scegliendo la data che ti interessa, ti apparirà il pulsante Pianifica).

Una volta pubblicata, la tua ricetta potrà essere condivisa sui tuoi profili social.